STORIA IN COMUNE: una stanza "virtuale" per raccogliere frammenti di storia locale, suggestioni, contributi di studio e di ricerca


Informazioni personali

La mia foto
L’Archivio Storico del Comune di Leno (ASCLeno) è il settore del Servizio archivistico che si occupa del riordino, della tutela, della valorizzazione della documentazione storica comunale. “Storia in Comune” è un tassello delle attività di valorizzazione ed è un progetto avviato nell’anno 2009 per condividere la ricchezza culturale del patrimonio documentario conservato; ha tra i suoi destinatari la gente di Leno, senza distinzione di età, di cultura o di mestiere. La storia antichissima di Leno, ancora imprigionata in scritture di difficile lettura, e la storia dei secoli più vicini sono l'orizzonte nel quale ci specchiamo e il luogo immutato e indulgente che ci attende. "Storia in Comune" intende riscoprire questa storia attingendo da scritture e immagini, proponendo temi e vicende del territorio e delle persone che lo animano. Il progetto, aperto al contributo di quanti sono animati da interesse o da semplice curiosità verso le proprie radici, intende incoraggiare lo studio e le idee dei più giovani. Con questo blog "Storia in Comune" offre un agevole strumento di consultazione, di informazione, di ricerca.

giovedì 8 marzo 2012

Alessandro Legnazzi Dossi, Sindaco e Deputato

clicca sulla copertina per
leggere il documento
Alessandro Legnazzi Dossi (1832-1904) è ricordato dal figlio Nicola con uno scritto pubblicato nel 1904 dal titolo "Alessandro Legnazzi-Dossi. Memorie e ricordi", Firenze,  tip. Campolmi e Sevieri, 1904, pp. 30.
Il Comune di Leno nel dicembre 1999, ha riproposto questi scritti con il n. 4 dei Quaderni della Biblioteca (QB4), reso disponibile in questo post.
La figura di Alessandro Legnazzi, nel ricordo che viene tratteggiato anche da Luigi Cirimbelli in Protagonisti di vita lenese, Leno, settembre 2010, è significativa ed esemplare, nella rettitudine personale e nell'onestà, così come nel rigore dello studio storico, ma soprattutto come patriota, sindaco di Porzano e Leno, e Deputato per ben quattro legislature dal 1865 al 1876.
"Egli difese sempre validamente gli interessi di Leno e dell'Italia intera, allorchè gli parve di scorgere una causa buona e giusta da far trionfare. Più volte in parlamento prese a ragionare di economia, di finanza, di agricoltura, sulla perequazione fondiaria ed altri problemi interessanti il nostro paese"

Fu un politico che seppe anche dire addio, senza troppi rimpianti e ripensamenti,  alle cariche pubbliche, ritirandosi definitivamente a Firenze quando gli parve di non poter condividere l'assunzione di nuove responsabilità in un mutato ordine democratico.
Di spessore anche la persona e l'opera della sorella Paolina Legnazzi Dossi, di cui possiamo proporre il ricordo che ne viene fatto all'interno del  Verbale dell'adunanza del 26 aprile 1896 dell'Ateneo di Brescia.

Nessun commento:

Posta un commento

Translate

L'ARCHIVIO STORICO IN RETE CON LE SCUOLE PER EXPO

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...